Biografia

Dopo aver studiato regia alla scuola nazionale di cinema di Praga (FAMU) nel 2004 e aver conseguito importanti premi e finanziamenti per lavori sia di finzione che documentaristici (MIBAC 2009 per la realizzazione di un documentario e MIBAC 2010 per lo sviluppo di un lungometraggio), decide nel 2013 di dedicarsi anche all’immagine fotografica e si iscrive al “Corso di Fotografia Avanzata” presso il Centro Sperimentale di Fotografia (CSF Adams) a Roma. Una serie di 6 fotografie sul tema della paternità vengono esposte come menzione speciale all’interno del concorso “Gioco di Specchi – L’uno e il suo contrario” presso Cascina Farsetti Art 2014.
Nel 2014/2015, oltre a realizzare la sua prima regia teatrale “Il giuramento” grazie ad una residenza vinta presso il Teatro Studio 1 di Roma, segue il corso di “Street Photography” all’interno del CSF Adams dove scopre il piacere per la sperimentazione fotografica e ritrova l’amore mai dimenticato per la fotografia analogica.
Degli scatti realizzati durante il corso di Street le permettono di avviare una residenza artistica presso il CSF Adams e di dare vita al suo primo progetto fotografico di più ampio respiro interamente realizzato in analogico. Nel 2016, oltre a seguire il laboratorio permanente per drammaturghi a cura di Serena Sinigaglia e Renata Ciaravino presso il teatro Atir Ringhiera di Milano, Gaia debutta con il suo progetto fotografico “Ritratti di famiglia”, curatori Gabriele Agostini e Luisa Briganti, durante il Prague Photo 2016, Repubblica Ceca. Nell’ottobre dello stesso anno, sempre con “Ritratti di famiglia”, partecipa, vincendo una menzione speciale, alla prima Biennale di Arte Moderna di Perugia, Italia, mentre nel gennaio del 2017 il lavoro viene esposto al TAG – Tevere Art Gallery a Roma, Italia.
Nel febbraio del 2017 Gaia espone presso il Caffè Letterario di Roma, in Italia, delle nuove foto come parte del progetto “Musica e fotografia” realizzato da un collettivo di giovani fotografi del CSF Adams.
Nel aprile del 2017 un’opera dalla serie “Ritratti di famiglia” viene selezionato per partecipare alla mostra collettiva “Woman’s essence” a Parigi, Francia. Nello stesso mese il suo secondo progetto fotografico di più ampio respiro “Naked:#she” debutta al Prague Photo 2017.
A luglio una selezione delle sue foto “Milonga Garage” viene inserita all’interno di una mostra collettiva presso il TAG – Tevere Art Gallery a Roma, mentre “Ritratti di Famiglia” viene invitata a partecipare dal 28 settembre al 21 ottobre 2017 all’esibizione fotografica “Portraits without faces – Ritratti senza volto” presso gli spazi della Ph21 Gallery, Budapest, Ungheria
Sempre ad ottobre una selezione dal progetto “Naked:#she” partecipa alla collettiva “We Contemporary” organizzata da Musa International Art Space , in mostra sia a Palazzo Velli Expo a  Roma che al Spivakovska Art Ego Culture Center di Kiev in Ucraina, mentre “Ritratti di famiglia” è parte  della mostra itinerante “ExpoPhoto  2017 – Italy: taste of beauty”, promotrice della fotografia italiana nel mondo, con esposizioni a Roma, a  Lishui in Cina, poi Napoli, Milano e Torino.
Nel novembre 2017 la serie “Magritte” sul teatro acrobatico è parte della rassegna “Battiti 2017” organizzata dall’associazione culturale Materiaviva e il Teatro Furio Camillo di Roma.