Biografia

Nel 2004 Gaia Adducchio studia regia alla scuola nazionale di cinema di Praga (FAMU). Dopo aver conseguito importanti premi per lavori sia di finzione che documentaristici ottiene due finanziamenti del MIBACT: nel 2009 per la realizzazione di un documentario e nel 2010 per lo sviluppo di un lungometraggio. Dal 2013 studia fotografia al CSF Adams di Roma. Nel 2015 realizza la sua prima regia teatrale “Il giuramento” presso il Teatro Studio 1, sempre a Roma. Nel 2016 segue il laboratorio permanente per drammaturghi, presso il teatro Atir Ringhiera di Milano.

Sempre nel 2015/16 vince una residenza artistica presso il CSF Adams e realizza il suo primo progetto fotografico analogico “Ritratti di famiglia” che debutta al Pargue Photo 2016. “Ritratti di famiglia” vince una menzione speciale alla prima Biennale di Arte Moderna di Perugia (2016); è esposto nella collettiva “Woman’s essence” di Parigi, nella collettiva “Portraits without faces” presso Ph21 Gallery, a Budapest, Ungheria ed è parte della mostra itinerante “ExpoPhoto 2017 – Italy: taste of beauty” a Roma, Lishui – Cina, Napoli, Milano, Torino. Nel dicembre 2020 è parte di due collettive virtuali: “Identity” presso la Pepney Gallery, Cavan, Irlanda; “Out of Body” presso la piattaforma virtuale Stoa Collective.

“Naked:#she”, secondo progetto fotografico di ampio respiro, viene esposto al Prague Photo 2017; nella collettiva “We Contemporary” organizzata da Musa International Art Space, in mostra a Roma e a Kiev, Ucraina; nella collettiva d’arte contemporanea EOS presso la galleria MPGArt a Vittoria, Ragusa; rappresenta la fotografia italiana nel mondo alla 17ma Mostra Internazionale d’Arte Fotografica (CIPAE), durante il China International Photographic Art Festival a Zhengzhou – Henan – Cina; è fra i progetti in mostra durante Emerging Talent 2018/19. A maggio 2019 viene esposta in occasione della mostra d’arte “Secondo Natura” a Palazzo Spadaro, Scicli, Sicilia. Nel febbraio 2020 è in mostra presso il Grand Palais di Parigi in occasione del Salon Comparaisons. Nel maggio 2021 è parte della collettiva “Emerging Artists 2021” presso la Limner Gallery, ad Hudson, NY, USA.

“Étoiles”, suo terzo progetto, debutta al Prague Photo 2018, partecipa all’ottava edizione di Cascina Farsetti Art, presso Palazzo Velli Expo. A febbraio 2019 è in mostra al Grand Palais di Parigi in occasione della kermesse Salon Comparaisons. Nell’agosto dello stesso anno è parte della collettiva “Fuori Luogo” curata dal Dott. Carlo Gallerati per la Galleria Gallerati presso Forte Marghera, a Venezia. Ad ottobre 2019 è in mostra al Salon d’Automne a Parigi.

Nel marzo 2019 realizza la sua prima mostra personale presso Kromart Gallery, a Roma, mentre a maggio il suo più recente progetto “Polaroid blooming – Polaroid in fiore” debutta al Pargue Photo 2019.

A settembre 2019 la sua seconda mostra personale “Totem” curata dalla storica dell’arte Dott.ssa Beatrice Luzi ha luogo negli spazi della Art G.A.P. Gallery a Roma.

Nell’ottobre 2020 “Polaroid blooming” partecipa alla versione esclusivamente virtuale del Salon d’Automne di Parigi, fiera annullata per l’aumento della casistica Covid 19 in Francia, e alla rassegna online “restART” presso l’associazione Kaos 48 di Napoli, per la curatela di Fabrizio Scomparin e Paola Cimmino. In dicembre consegue un Merit Award durante la manifestazione “Painting & Photography” presso la Art Room Gallery, galleria d’arte online con sede a Berlino. Da gennaio ad aprile 2021 partecipa ad una nuova collettiva virtuale, “New Surrealism”, presso la Dailë Galerie, per la curatela di Adila Ben e Rodshir Dailë.

Nella primavera del 2021 la sua nuova personale “Polaroid” curata dalla storica dell’arte Dott.ssa Beatrice Luzi con lavori tratti da “Polaroid Blooming” è in mostra negli spazi della Art G.A.P. Gallery a Roma.

Nell’ottobre dello stesso anno Gaia è ospite d’onore presso la 13esima edizione del Prague Photo, durante il quale i suoi lavori sono esposti in una mostra personale all’interno dell’importante kermesse fotografica internazionale.